Si è svolta la prima delle cinque prove in calendario del Girone Campania del Campionato Italiano Tiro Lunga Distanza 2019. La novità di questo anno è la rivoluzione effettuata dal Presidente Nazionale, Marco Alberini, nel rimodulare completamente la vecchia categoria TLD oggi diventata TARGET con tre diversi livelli nella qualità delle carabine, rigorosamente di serie, ammesse: ENTRY carabine con prezzo di listino inferiore ad € 2000 e canna massimo da 26”, PLUS carabine con prezzo di listino superiore ad € 2000 sempre con canna massimo da 26” e SPECIALIST con canna non superiore a 28”. Il risultato è stato di vedere in azione una maggiore varietà di armi prodotte in serie e un maggior equilibrio prestazionale delle stesse: si è voluto dare più importanza al tiratore che non al “ferro”. Per la F-Class tutto come prima e nessuna novità anche sotto l’aspetto tecnico delle armi utilizzate; non c’è più nulla da inventare per questa categoria prettamente custom se non quello di riuscire a far funzionare al meglio l’esistente. La giornata sotto l’aspetto meteo si è presentata soleggiata con temperatura mite e, come da tradizione del Campo di Tiro sito nell’azienda agricola “La valle del cacciatore” a Tuoro di Serradarce – Campagna, ben ventilata. Perfetta come è ormai consuetudine conclamata l’organizzazione sempre a cura dell’A.S.D. Gruppo Astore guidata impeccabilmente dal Presidente Cosimo Velella. Alle ore 9,30 dopo aver degustato i pasticcini gentilmente offerti da Giuseppe Cavallo che ieri aveva compiuto gli anni e il briefing del Match Director quasi completamente imperniato sul tassativo rispetto delle norme di sicurezza, come da programma, è iniziata la prima batteria del primo Match e alle 13,00 grazie alla velocità con cui avveniva il cambio bersagli e relativo controllo e alla correttezza dei tiratori si poteva procedere alla premiazione dei vincitori di giornata.

Pasquale Guida