In questi quattro anni in Consiglio ha svolto il proprio programma di lavoro in linea con gli scopi e gli obiettivi preposti e concordati con gli associati. Le varie attivita’ del programma, oltre all’ordinario funzionamento dell’Associazione, hanno permesso anche una crescita della stessa, sia sotto il profilo organizzativo che sportivo, portando alla realizzazione in questo quadriennio di tre nuovi gironi: in ordine temporale Sicilia, Abruzzo e Lazio.

In particolare oltre agli obiettivi legati all’attività ordinaria – gestione delle iscrizioni con il reperimento di nuovi soci; organizzazione e gestione dei Campionati nazionali delle categorie F Class e Target; coordinamento delle trasferte per gare internazionali; revisione ed aggiornamento dei regolamenti; stretta interazione con i gestori dei campi per migliorarne le caratteristiche a favore dei tiratori; cura dei rapporti con la federazione internazionale; impulso delle relazioni con organi istituzionali e locali – molte energie sono state profuse, in ambito nazionale, nel tentare di far attribuire alle nostre discipline il giusto valore sportivo, lo stesso valore che viene ormai ampiamente riconosciuto in campo internazionale.

In tal senso, alla fine del 2017, su mandato dell’Assemblea dei soci, l’Associazione ha sottoscritto un accordo con l’Unione Italiana Tiro a Segno, Federazione sportiva nazionale riconosciuta dal CONI per l’organizzazione e la promozione dello sport del tiro a segno in Italia.  Sulla base di tale accordo, all’AITLD è delegata l’organizzazione e la gestione tecnico/sportiva del Campionato Italiano e delle altre attività inerenti le categorie F Class e Target in Italia. Tale accordo prevede inoltre vari vantaggi per i nostri tiratori, quali il tesseramento UITS con tutte le garanzie previste, l’inserimento nel sistema informatico gestionale dell’Unione e conseguente inserimento nel registro degli atleti del CONI, e l’inserimento nella programmazione sportiva nazionale con accesso a risorse federali per le squadre nazionali ed altro.

Purtroppo, nonostante l’impegno dell’amministrazione AITLD, parte di questi privilegi non hanno ancora avuto riscontro a causa di fattori indipendenti dall’Associazione, quali la contingente e complessa gestione commissariale dell’Unione e, da ultimo, l’emergenza sanitaria in atto che ha provocato la cancellazione di tutti gli impegni internazionali (Open Sud Africa ed Europei Bisley), impegni che, per la prima volta, sarebbero stati supportati da risorse Federali.

La mancata realizzazione di questi obiettivi non ha scoraggiato i responsabili dell’AITLD che continuano a seguire con impegno e passione le vicende del rapporto con l’UITS, proponendo ulteriori soluzioni alle varie problematiche in essere. Infatti, dopo la fine del lock-down sanitario, un’azione pressante e propositiva ha permesso all’Associazione di far riprendere, tra le prime, l’attività agonistica con l’inizio, seppur differito, dell’VIII Campionato Italiano nelle categorie F-Class e Target. Un successo del Campionato ed una soddisfazione per gli organizzatori che si sono caricati della responsabilità di organizzare il campionato; si può denotare da un totale di soli 2 tiratori in meno del precedente anno e con un buona parte di altre discipline che non hanno disputato campionati.

Negli ultimi tempi sembra che gli sforzi profusi in questi anni si stiano concretizzando con il perfezionamento del rapporto tra l’Unione e l’AITLD. Si sono svolte ad Agosto e Settembre riunioni operative con il personale di “CONI.NET” (società che gestisce il sistema informatico gestionale federale UITS) per approntare le ultime rifiniture che permetteranno la piena attuazione dell’accordo del 2017 con l’effettivo inserimento dei nostri soci nel sistema gestionale federale.

Il clima favorevole che si è instaurato di recente fa ben sperare anche sulla possibilità di rafforzare la cornice normativa che regola il rapporto tra i due Enti.  

L’Associazione è stata, altresì in questi anni, tra i protagonisti della costituzione della nuova Associazione dei Poligoni Sportivi, creata come soggetto tale da rappresentare autorevolmente le esigenze dei nostri tiratori nel confronto con le Autorità preposte sulla specifica tematica dei campi di tiro privati. L’Associazione già era partecipe ai tavoli di lavoro indetti dal Ministero dell’Interno per quanto riguarda questa tematica fin dal 2014, ma con la costituzione di questo nuovo soggetto si è creata una forte collaborazione con altri Enti come la Federazione Italiana Tiro Dinamico Sportivo ed Assoarmieri.

Questi, in estrema sintesi, sono i risultati che il Consiglio direttivo dell’AITLD ha ottenuto nel conseguimento dei propri obiettivi, tenendo ben saldo lo scopo dell’Associazione, ovvero valorizzare le esigenze dei tiratori e lavorare per la crescita e la diffusione del nostro sport.  

Con questo il CdA uscente desidera salutare i tiratori associati ed augura un buon lavoro alle prossime persone che saranno incaricate di proseguire il futuro della nostra disciplina.

Per il CdA

Marco Alberini